CAMPAGNA LUPIA VENEZIA

Clear sky19°C

Ottobre è il mese ideale per...
2 notti per assistere agli...
Trascorrete due notti immersi...

Book Online


Best Rates Guaranteed

Eventi vicini

Oct 17 Monday
La presenza del popolo ebraico a Venezia risale ad un epoca non precisa nella storia, ma lo è da...
Apr 01 Wednesday
I tesori nascosti del doge - dal 1 aprile 2015 È giunto a compimento il restauro conservativo...
Mar 21 Saturday
Il Museo Provinciale di Torcello, situato nell'omonima isola della Laguna Nord, ospita una...
Jan 08 Wednesday
Il Museo conserva le testimonianze archeologiche di Adria, unico centro urbano antico della...

Biciclette Venezia - Cicloturismo Venezia - Ciclabile del Brenta

All’Albergo Antica Corte Marchesini  si possono noleggiare le biciclette per visitare tutti i nostri territori.

Per i più appassionati anche per raggiungere l’isola di Venezia in bicicletta per poi lascarla a Piazzale Roma (per chi non conosce bene Venezia ricordiamo che non si può utilizzare la bici nell’isola, solo fino a Piazzale Roma).

Dal nostro Albergo è possibile attraversare la Riviera del Brenta in bici, costeggiando il Brenta  visitando le meravigliose Ville della Riviera del Brenta come Villa Pisani, Villa Widmann, Villa Foscarini Rossi, Villa Foscarini, Villa Valmarana e molte altre ancora.

L’ungo le due sponde del Brenta ci sono degli itinerari turistici segnati che si possono percorrere facilmente grazie alle zone ciclabili lungo la Riviera del Brenta  scoprendo al meglio tutta la storia della Riviera in bici.

Se volete immergervi totalmente nel verde della Laguna, non potete non fare una biciclettata nella Laguna sud, spazio stupendo tra la terra e l’acqua, una riserva naturale che veglia su un grande silenzio, ma al tempo stesso ricca di vita e di spazi da scoprire, a tratti poi potrete fare bird watching e visitare le valli da caccia, incorniciate in un spettacolare panorama.

Itinerario Bici + ferry boat a Venezia

Tutti i giorni (DA APRILE A MAGGIO) con ritrovo davanti alla stazione “People Mover “ a Tronchetto-Venezia alle ore 9.30, si parte alle ore 10.20 per un itinerario ciclabile e con ferry per Venezia.

L’itinerario molto semplice dura circa 6 ore e attraverserà il canale della Giudecca, l’antico cimitero ebraico, il sistema delle isole di Venezia, Malamocco, le “Peocere” tipiche zone di pesca di Venezia, Faro Rocchetta, la spiaggia degli Alberoni, i Murazzi e la chiesa San Nicolò, il tutto alternato tra il Ferry e la bici che vi accompagnerà nelle zone ciclabili delle piccole isole di Venezia.

Itinerario Naturalistico Valle Averto

Valle Averto - Valle e Casone Figheri - Casone Zappa

Il nostro giro inizia da Lugo verso il territorio faunistico di Valle Averto, riserva naturale e Oasi del WWF. Il paesaggio che qui si presenta al turista è davvero interessante. La valle, tipicamente da pesca, fa parte della Laguna Veneta (ora riconosciuta dall’Unesco “Patrimonio dell’Umanità): è costituita da avvallamenti circondati da terreni alluvionali che con la bassa marea emergono, da specchi d’acqua salmastra, da boschetti e canali. Il percorso é possibile lungo i sentieri tra i canneti dove hanno trovato casa varie specie di uccelli e di piante. Qui ci sono capanne per l’osservazione degli animali, torrette per gli avvistamenti e un museo del territorio.

Lasciando Valle Averto in zona Lugo, si prosegue per il percorso ciclo-pedonale che costeggia il Novissimo e arriva fino a Lova dov’è possibile sostare per un po’ e poi, se si vuole, visitare la Valle Figheri, altra tipica valle della zona a pochi metri dalla statale Romea. Qui il visitatore in pochi attimi si immerge in un ambiente davvero insolito e quasi magico: canali che si aprono come per incanto in distese d’acqua placida contornate da isolotti sui quali è possibile ammirare i tipici fiori che li colorano di lilla e uccelli di varie specie.

A piedi è possibile visitare la Torre della Garzaia, il laghetto Dolce, Casone Labia e salire più in là sulla torre della Padovana. In barca è possibile vedere Valle Zappa con il bellissimo Casone costruito nel 1925. Qua e là, silenziosi nella calma della Laguna, su qualunque isolotto si possono ammirare i ruderi di vecchi casoni abbandonati: il Barenon, il Prime Poste, il Millecampi.

È possibile prenotare un giro turistico in barca con pranzo compreso, presso l’azienda ATN Laguna Sud che organizza tour anche sull’isola di Pellestrina. Anche questo itinerario consiglierebbe la degustazione di piatti tipici cucinati ad arte presso i ristoranti della zona. Proseguendo verso Campagna Lupia, ci si può fermare presso una fattoria didattica (su prenotazione) per vedere da vicino l’allevamento delle vacche da latte, la fase della mungitura, la trasformazione del latte in formaggio (lì potrete fare addirittura il “vostro formaggio” con dei laboratori appositi) e godere della fattoria come oasi per rilassarvi e perché no, per poter regalarvi un po’ di tempo all’aria aperta.

Ciclabile Mira Porte - Strà

Interessante il percorso ciclo-pedonale tra Mira Porte e Strà lungo l'argine del Rio Serraglio.
Si tratta di un percorso d'argine ciclabile quasi interamente su stradina sterrata, tuttavia molto buona e facilmente percorribile con qualunque bicicletta.
Da Mira Porte si segue (dal semaforo) la pista ciclabile lungo il Taglio Mira-Mirano, lungo l'omonimo canale sulla destra (idrografica) dell'omonimo canale e strada per Mirano. Al primo ponte s'incontra la ciclopedonale del Rio Serraglio, sulla sinistra, che si segue integralmente, senza alcuna difficoltà di orientamento, sfiorando gli impianti sportivi di Dolo, il cimitero di Fiesso d'Artico e uscendo nei pressi degli impianti sportivi di Strà, proprio dietro il grande parco di Villa Imperiale.
Poche centinaia di metri e si esce nuovamente nella statale della Riviera del Brenta.

Valle di Millecampi e il Cason delle Sacche - Codevigo (Padova)

E' l'unico lembo lagunare della Provincia di Padova, poco lontano da Chioggia, al di la dei grandi scavi di canalizzazione e deviazione dei fiumi Brenta e Bacchighione.
Tutt'attorno la terraferma strappata alla laguna con le opere di bonifica iniziate già nel 1500 per volere del ricco possidente, nonché famoso mecenate, Alvise Cornaro.

Un orizzonte fatto di erbe palustri dai colori caldissimi con, nel mezzo, il Cason delle Sacche restaurato.

Si parte da Codevigo e si prosegue per qualche centinaio di metri sulla statale verso Chioggia fino al grande ponte ciclabile sul Brenta.
Prima del ponte, sulla destra, si prende l'argine in direzione sud-est, che con 4 km di stradina sterrata conduce al ponte dell'incrocio in località Santa Margherita. Si attraversa il ponte e al grande incrocio si svolta a destra e si prosegue ancora lungo il fiume per circa 500 metri fino ad una evidente strada verso sinistra (Santa Margherita), da percorrere tutta per circa un chilometro, fino ad arrivare ad incrociare la strada Romea nei pressi del 'Ristorante da Giosuè'.
Si attraversa la pazzesca arteria 'Romea' oltre la quale una stradina con un’ansa sul 'Brenta Nuovissimo' si infila nelle grandi bonifiche della Fogolana.
Proseguire per il rettilineo (o anche attraversando il primo ponticello e proseguendo verso destra con più avanti un sentierino in mezzo ad una grande siepe) fino ad arrivare ad un incrocio con la strada 'Corte Fogolana' dove si svolta a sinistra e si attraversa il ponte sul canale.
Si prosegue per il bel rettilineo finché si va a finire addosso al grande argine lagunare, verso sinistra, ora su stradina sterrata e in breve si giunge al Cason delle Sacche, proprio in mezzo ad una vastissima distesa di canneti dai bellissimi colori.

Certificate of Excellence

2015

131 review
Expedia Insider’s Select

2015

4.70
/5
298 review
Booking.com

2015

9.10
/10
113 review
Albergo veramente spettacolare ed accogliente, pulitissimo. Personale gentilissimo
9,5
/10
Manuel Rosati, Italy, 20/11/2013

Book Online